Torna a Surriento Pub

Come nasce Torna a Surriento Pub?

Nicola e Roberta sono  da sempre innamorati della Penisola Sorrentina.
Sorrento ha visto crescere il loro amore sin da quando erano fidanzati e la Penisola è stato il luogo dove hanno coronato la loro unione.  L’amore per la “terra delle sirene” e per la canzone che la rappresenta gli è rimasta nel cuore pur non essendo Sorrentini doc. Una terra sempre sognata sia per viverci, sia per un’attività.

L’idea

Finalmente si è aperta un’opportunità nell’aprile 2017 e presto Roberta e Nicola hanno deciso di portare la tradizione della cucina napoletana a Sorrento: piatti veraci come la “lardiata” una pasta con i pomodorini e la pancetta soffritta, la frittura napoletana, il crocchè di patate fatto a mano, la pizza fritta fatta in pentola, il cuoppo napoletano con la carta paglia con all’interno zeppoline,  verdure pastellate, crocché e il fiore di zucchina ripieno.
Non mancano tra i piatti d’asporto e pronti per la consegna anche la parmigiana di melanzane ed il gattò di patate.

A questo si associano le proposte tipiche di un pub come i super panini fatti con la carne paesana, la chianina, il maialino nero casertano ed i taglieri misti di salumi e formaggi locali per cominciare a spizzicare.
Le proposte di carne si arricchiscono con il polpettone, le polpette e le tracchiulelle al sugo, altri grandi piatti della tradizione napoletana.
La  cucina di Torna a Surriento è a gestione familiare, ai fornelli Roberta aiuta la mamma, la custode del patrimonio culinario della famiglia.
Per accompagnare i piatti tradizionali Torna a Surriento offre una vasta scelta di vini del territorio campano e un’accurata selezione di birre con etichette più ricercate.

Siamo aperti tutto il giorno dalle 10.30 fino all’1:00 |  7 giorni su 7

Disponibile il servizio da asporto e la consegna a domicilio, passa a trovarci per  scoprire il menù del giorno oppure chiamaci allo 081 878 2301.

Dove ci trovi?

Siamo in Via Santa Lucia 1-3, a pochi passi a piedi da Piazza Tasso.

Acqu’ e sale

Due elementi diversi. Un incontro rivoluzionario.
La tradizione culinaria sorrentina che abbraccia l’arte della pizza.
La fantasia e l’arte in tutte le sue forme.
Dal passato al futuro e viceversa.

Le ricette di una volta, il gusto di sempre. Tre forni che pulsano sulle rive della Terra delle Sirene.
Il cuore del piacere.

La costante passione per i desideri di tutti:
il conservatore, chi ama sperimentare, soluzioni gluten free prodotte con un forno privo di contaminazioni. Il cliente che diventa amico.

Un teatro del sapore dove l’attrice protagonista è la qualità degli ingredienti. Materie prime d’eccellenza lavorate con amore e fantasia. Ingredienti familiari dal profumo di casa. Rivisitati in eleganti composizioni, conservati nel rispetto della genuinità.

L’appetito in prima linea. A supporto della tutela della salute e dell’ambiente. Un viaggio sensoriale, l’estasi della passione.

Quando il gusto va oltre il piacere Antonino Esposito - firma

Ristorante I Giardini di Tasso

Situato nel cuore del centro storico sorrentino, incastonato come un verde smeraldo fra i vicoletti della città, “I Giardini di Tasso” è fra gli ultimi scorci del paesaggio della Sorrento del ‘500.
Il Locale, sito in un “decumano minore” – via più antica di Sorrento  –  è racchiuso dalla cinta muraria del secolo XVI a pochi passi dalla porta di Parsano Nuova.
L’ampia sala è immersa in un esteso e caratteristico giardino di 4000 mq dove prevalgono secolari alberi di arance e limoni  che creano un’ oasi capace di risvegliare i sensi.
Gli archi antichi riconducibili all’invasione turca del 1500 testimoniano la vera storia di Sorrento.
La cucina, nel rispetto delle tradizioni, offre un connubio tra i prodotti di mare e di terra esaltandone i profumi ed i sapori.
Una location che presenta un’offerta gastronomica assolutamente unica perché ispirata al rispetto della qualità, della genuinità e della originalità, oltre che al desiderio di soddisfare ogni genere di palato con sapori inconfondibili ed inimitabili.

 

Via S. Maria della Pietà, 30 – 80067 Sorrento (NA) – Tel. 081 807 41 45 – Cell. 331 94 88 000

info@igiardiniditasso.it

 

Ristorante e Pizzeria Al Buco Vico Equense

Al Buco è un ristorante e pizzeria in cui si può gustare la tipica cucina campana, nonchè una squisita pizza napoletana.

Situato in Vico Equense, sede di altri locali rinomati, riesce a tenergli testa grazie alla passione e alla dedizione che i titolari mettono nel loro lavoro e nella cucina che offre antipasti ricchi, primi eccellenti e prodotti freschi di prima scelta.

Leggi tutto “Ristorante e Pizzeria Al Buco Vico Equense”

Ristorante Le Tre Arcate Piano di Sorrento

“ Le Tre Arcate” offre alla propria clientela servizi dinamici, per le diverse esigenze ed occasioni possibili nelle varie ore della giornata: Gastronomia, Ristorazione veloce, Pizzeria, Rosticceria al piano inferiore, affiancando la sala interna al Gazebo esterna. La Gastronomia e la Pizzeria,  in orario di pranzo si rivolgono soprattutto a chi, per motivi di lavoro, ha bisogno di un pasto veloce, anche da asporto, senza rinunciare alla qualità e alla tradizione dei piatti del nostro territorio.

Leggi tutto “Ristorante Le Tre Arcate Piano di Sorrento”

Donna Sofia Ristorante Sorrento

Il ristorante Donna Sofia gode di una posizione strategica, situato nel piccolo borgo di Santa Lucia, è vicino al centro di Sorrento, ma, al tempo stesso, riserva ai suoi ospiti un’atmosfera intima ed esclusiva, in cui rilassarsi.

Il vicolo caratteristico, il viale che confina il limoneto e i giardini curati vi accompagnano all’ingresso del ristorante, anticipando il carattere sofisticato ed accogliente che lo contraddistingue.

Leggi tutto “Donna Sofia Ristorante Sorrento”

Ristorante pizzeria Il Tirabusciò Sorrento

Il Ristorante Pizzeria Il Tirabusciò, in via Casarlano 19 a Sorrento tel. 081 5339782,  è situato sulle tranquille e rilassanti colline sorrentine lungo una strada bellissima che si snoda nella campagna e che sa regalare panorami mozzafiato e spettacolari tramonti.

Leggi tutto “Ristorante pizzeria Il Tirabusciò Sorrento”